OutSystems è una piattaforma usata da aziende di tipo PaaS – Platform as a service che necessitano di gestire velocemente applicazioni mobili o web. Compatibile con qualsiasi dispositivo di ultima generazione, le applicazioni create vengono distribuite in locale o attraverso forme ibride di condivisione dei dati.

Un ambiente di sviluppo visivo come OutSystems, offre una moltitudine di strumenti necessari alla creazione ed alla modifica rapida di applicazioni mobili e web senza il bisogno di scrivere codice.

OutSystems permette di:

  • Modellare le interfacce utente
  • Descrivere la logica e i processi aziendali
  • Accedere e strutturare i database
  • Utilizzare strumenti di integrazione (dati esterni tipo fogli di calcolo)
  • Abilitare servizi Web
  • Gestione degli utenti e dei loro livelli di accesso
  • Gestione delle attività di pianificazione

OutSystems fa parte dei software definiti DevOps – Development Operation che rappresentano una metodologia di sviluppo dedicata alla comunicazione, collaborazione e integrazione tra sviluppatori e operatori IT – Information Technology. Un software di tipo DevOps aiuta le aziende che hanno bisogno di frequenti rilasci, collaudi e  aggiornamenti dei loro applicativi.

I programmatori hanno a disposizione vari SDK – Software Development Kit  per creare componenti da poter integrare con applicazioni esterne o con i database. Per fare alcuni esempi, esistono delle procedure guidate per automatizzare l’integrazione ai database o per poter accedere alle librerie API di terze parti come SAP.

OutSystems nasce nel 2001 a Lisbona (Portogallo) e, dopo vari investimenti da parte delle banche portoghesi che hanno reso effettivamente possibile lo sviluppo di tale progetto, oggi la OutSystems ha sede in Atlanta (USA) ed è considerata una soluzione per molti piani di vendita, marketing e innovazione in tutto il mondo.

Attraverso il loro sito, e dopo aver creato un account, si può scaricare l’ambiente di sviluppo gratuitamente (che in questo momento è alla versione 10), seguire il primo tutorial di 5 minuti chiamato “Build a Mobile App in 5 min” con il quale poter creare passo passo una primissima applicazione funzionante ed online. Dopo questa breve esperienza ci si accorge che si è effettivamente di fronte a qualcosa di complesso ma allo stesso tempo molto funzionale e user friendly. Il tutorial in sé non risulta difficile, ma gli argomenti che vengono affrontati sono tanti e si è continuamente trasportati da un menù ad un’altro, da una pagina ad un’altra per poi vedere finita e funzionante la propria applicazione.

Una volta completato il tutorial, mi sono trovato di fronte ad uno schermo bianco senza un’idea di un nuovo progetto da sperimentare, questo perché effettivamente OutSystems è un ambiente di sviluppo che mira esclusivamente allo sviluppo di determinate funzioni. A questo proposito sono andato alla ricerca di manuali e supporto didattico. Sul sito, sotto la voce “LEARN” esiste tutto il materiale necessario suddiviso in percorsi di studio che partono da un livello principiante fino ad esperto. Viene offerto gratuitamente sia materiale video che di testo molto esaustivo e dettagliato. Inoltre vengono offerte delle lezioni in classe e la possibilità di effettuare degli esami per ottenere delle certificazioni.

 

Licenze:

Basta una breve occhiata alla pagina che introduce i prezzi e le edizioni, per comprendere chi è il fruitore finale di questa piattaforma. Esiste anche la licenza di tipo Free, con la quale si può accedere a tutta la documentazione per imparare ad utilizzare il loro ambiente di sviluppo e magari creare un progetto con un limitato numero di utenti e capacità.

Lavoro:

Dato che OutSystems mira alle grandi e medie imprese, mi sono messo alla ricerca di offerte di lavoro dove si prevedono conoscenze come sviluppatore certificato OutSystems. Prendendo come riferimento il sito Indeed, ho riscontrato una netta differenza tra le ricerche effettuate in Italia e quelle, ad esempio, nel Regno Unito. Cercando su www.it.indeed.com la parola chiave “OutSystems”, il sito non genera nessun risultato. Su www.indeed.co.uk invece vengono generate almeno due pagine di annunci di lavoro situati per la maggioranza a Londra. La figura professionale che sembrerebbe essere la più indicata, che tra le sue conoscenze necessita di competenze o certificazioni inerenti ad OutSystems, è l’IT Business Analyst.

Senza trarre conclusioni affrettate, e forse fuori contesto, vorrei concludere questo articolo con il dire che, come lo è per la suite delle applicazioni Office, un giorno sarà indispensabile anche in Italia avere delle elevate competenze riguardo ambienti di sviluppo come quello di OutSystems, o più nello specifico saranno necessarie competenze riguardo le varie applicazioni di sviluppo software o gli ambienti chiamati BPM development (BPM – Business process management) di cui OutSystems fa parte. Questo perché, data la tendenza del mercato che obbliga le imprese ad accelerare i propri processi aziendali, è ormai di comune accordo che strumenti come OutSystems siano necessari per definire, ottimizzare, monitorare ed integrare tutte le fasi utili al miglioramento del business aziendale.

Link:

Alcune immagini del tutorial:

Share This