Le Migliori Certificazioni sulla Business Continuity e Disaster Recovery su cui investire

Le Migliori Certificazioni sulla Business Continuity e Disaster Recovery su cui investire

Le certificazioni di Business Continuity e Disaster Recovery stanno assistendo a un trend in rialzo man mano che gli strumenti di Business Continuity e Disaster Recovery basati sul cloud entrano nel mercato e di conseguenza stanno diventando sempre più importanti le certificazioni IT che si possiedono.

Si possono considerare la Business Continuity (BC) e Disaster Recovery (DR) come lo yin e lo yang del mondo IT. La BC mantiene i sistemi operativi e i dati disponibili nonostante interruzioni o guasti, mentre la DR riporta i sistemi al normale funzionamento dopo un disastro.

La pianificazione della continuità operativa (BCP) e la pianificazione del disaster recovery (DRP) rimangono elementi importanti nella governance e nella conformità IT. Ciò è particolarmente vero per le aziende e le organizzazioni che devono soddisfare vari mandati in materia di privacy, riservatezza e disponibilità di sistemi e dati.

Questo probabilmente spiega perché siamo in un periodo di massimo splendore per le certificazioni BCP e DRP. Dato che i costi e le complessità di progettazione, implementazione e manutenzione di piattaforme tecnologiche per BCP e DRP sono diventati in qualche modo più semplici e meno onerosi, molte altre organizzazioni stanno iniziando ad avventurarsi in quest’area IT.

 

CBCI: Business Continuity Institute’s Certification

In breve:
Certificazione: Certification of the BCI (CBCI)
Prerequisiti e corsi obbligatori: Corsi di formazione raccomandati:
Corso di formazione CBCI online tenuto da un istruttore o da un insegnante; i prezzi variano in base alla zona geografica e all’ente formatore, ma i candidati possono aspettarsi di pagare da € 2.800,00 a € 3.300,00; la durata del corso è di 32 ore; i corsi in classe potrebbero non essere disponibili in tutte le aree geografiche.
I candidati possono anche completare il corso di eLearning di Introduzione alla Business Continuity di otto ore (circa € 750,00).
Numero di esami: Un esame composta da 120 domande della durata di 2 ore.
Costo per esame: £ 396.00 IVA incl. (approssimativamente € 450,00)
Sito web: https://www.thebci.org/training-qualifications/cbci-exam.html
Materiale didattico: Oltre alla formazione formale, BCI offre numerose risorse tra cui le Good Practice Guidelines 2018 (disponibili presso il bookstore BCI, gratuite per i soci, la versione download USA è di £ 40,00 IVA inclusa (circa $ 53), BC24 Online Simulation Game Incident, una knowledge bank , webinar, simulazioni di esami e altro ancora.

Il Business Continuity Institute (BCI) è stato fondato nel 1994 nel Regno Unito e le sue certificazioni sono le più richieste in Europa, Asia, Africa e Medio Oriente. BCI supporta più di 8.500 membri in 100 paesi in tutto il mondo e collabora con oltre 3.000 organizzazioni sia nel settore pubblico che in quello privato.

La certificazione di punta di BCI è la Certificate of the Business Continuity Institute, nota anche come CBCI. Per conseguirla è previsto il superamento di un singolo esame, che può essere sostenuto alla fine del corso di formazione consigliato. La formazione è disponibile sia di in aula che online e gli esami possono essere svolti online.

BCI offre i seguenti livelli di adesione all’organizzazione:

  • Associate (AMBCI, Associate Member of BCI),
  • Member (MBCI, full Member of BCI),
  • Associate Fellow (AFBCI),
  • Fellow (FBCI).

L’Istituto sponsorizza anche un Diploma di Business Continuity Management (BCI), un programma di certificazione accademica di 30 settimane in Business Continuity basato sul corpus di conoscenza codificato dell’organizzazione, supportato da un background generale e da corsi universitari specialistici

Le certificazioni CBCI sono valide per tre anni. Fino a quando il titolare della certificazione non decide di passare ad un livello superiore, non sono richiesti esami. Nel caso in cui il possessore non sia avanzato ad un livello superiore allora dovrà sostenere l’esame CBCI corrente per mantenere valide le certificazioni. Oltre a questo i possessori sono tenuti a pagare una quota associativa annuale.

 

CBCM: Certified Business Continuity Manager

In breve:
Certificazione: ISO 22301 Certified Business Continuity Manager (CBCM)
Prerequisiti e corsi obbligatori: Iscrizione CIS (quota di iscrizione di $ 20 più quota associativa di $ 80; rinnovo annuale di iscrizione di $ 80 da versare in gennaio). È richiesto un certificato di Business Continuity Administrator certificato.
Completamento dei seguenti tre corsi di formazione:

  • CIS Policy Workshop: ISO 31000 Enterprise Risk Management (circa € 400,00),
  • CIS Policy Workshop: ISO 22301 Business Continuity Management (circa € 300,00),
  • Best Practices per sviluppare, distribuire e certificare BCM (circa € 300,00).

Cinque o più anni di esperienza verificabile in almeno due dei domini Common Body of Knowledge di ISO 22301 Business Continuity Management System (BCMS)
Completamento di tre moduli di approvazione del candidato.

Numero di esami: Tre esami:

  • RM 101,
  • BCMS 101,
  • BCMS 102.

Tutti gli esami sono amministrati on-line e  sono composti da 65 domande, da svolgere in 70 minuti, e ottenere il 75 percento del punteggio da superare.

Costo per esame: €100,00 a esame (Totale circa € 300,00)
Sito web: https://www.certifiedinfosec.com/iso-22301-bcm-certification/cbcm
Materiale didattico: Esami di pratica disponibili a circa € 80,00 ciascuno.

Le certificazioni ISO 22301 Certified Business Continuity Manager, o CBCM, provengono da un’organizzazione denominata Certified Information Security (CIS), organizzazione attiva fin dal 1999.

Offre certificazioni basate sugli standard:

  • ISO 31000 (Analisi del rischio),
  • 27001 (Sicurezza delle informazioni),
  • 22301 (Gestione della continuità operativa).

Il CBCM è la certificazione BCM di livello expert di Certified Information Security e si basa sul Certified Business Continuity Administrator (CBCA).

I candidati devono possedere almeno cinque anni di esperienza documentata in Business Continuity; la certificazione copre tutti i requisiti documentati negli standard ISO 22301. Richiede una comprensione ragionevolmente completa dell’intera disciplina della BCM.

Il CBCM è particolarmente adatto per tutti quei professionisti IT incaricati di progettare o gestire la Business Continuity all’interno di una singola organizzazione o che desiderano lavorare come consulenti o formatori in Business Continuity per diverse organizzazioni.

Per mantenere valide le certificazioni, i titolari devono pagare una quota di adesione annuale (attualmente si aggira intorno agli € 80,00) e guadagnare un minimo di 120 crediti di formazione professionale continua (CPE) durante un ciclo di certificazione di tre anni. Di tutti i crediti, almeno 20 CPE devono essere segnalati ogni anno.

 

CBCP: DRI International’s Certified Business Continuity Professional

In breve:
Certificazione: Certified Business Continuity Professional (CBCP)
Prerequisiti e corsi obbligatori: Richiesto: minimo due anni di esperienza verificabile in almeno cinque delle seguenti aree tematiche:

  • Iniziazione e gestione del programma
  • Valutazione e controllo dei rischi
  • Analisi di impatto aziendale
  • Strategie di continuità operativa
  • Risposta e operazioni di emergenza
  • Pianificare l’implementazione e la documentazione
  • Programmi di consapevolezza e formazione
  • Esercizio, audit e manutenzione del piano di continuità aziendale
  • Comunicazioni di crisi
  • Coordinamento con agenzie esterne

Sono richiesti cinque saggi per materia; due dei cinque saggi devono provenire dall’analisi di impatto aziendale, dallo sviluppo delle strategie di continuità operativa, dallo sviluppo e dall’attuazione dei piani di continuità operativa, o dal mantenimento e dall’esercizio delle aree tematiche di continuità aziendale.Sono richiesti almeno due riferimenti per ogni area tematica.

Numero di esami: Un esame (75 percento di risposte giuste per il superamento)
Costo per esame: Tassa d’esame: $ 695 o $ 250
Quota di iscrizione: $ 400
Tassa di rinnovo annuale: $ 175
Sito web: www.drii.org/certification/cbcp
Materiale didattico: Corsi di autoapprendimento sia di persona che online disponibili da DRI. La formazione di persona costa $ 2,650 per un corso di 4/5 giorni. L’allenamento individuale è $ 295 per modulo. I moduli coprono tutte le aree di pratica professionale. Ci sono nove moduli in totale. La tassa d’esame è $ 250 se si paga per l’addestramento DRI ufficiale.

Guida allo studio e alle domande pratiche degli esami CBCP e CPSCP, CreateSpace Independent Publishing Platform;

esame CBCP, disponibile da FinanceCerts.com per $ 99 di download

DRI International si definisce “leader” mondiale nella formazione e certificazione in Business Continuity Management e offre certificazioni sia per la Business Continuity e il Disaster Recovery. L’organizzazione, fondata nel 1988, cerca di promuovere una base di “conoscenza comune” per la gestione della continuità. Certifica le persone qualificate in Business Continuity e promuove la loro credibilità e professionalità. DRI offre percorsi di certificazione nella gestione della continuità operativa (compresi argomenti avanzati), audit, settore pubblico, continuità sanitaria e gestione dei rischi.

Ad oggi DRI ha certificato oltre 15.000 professionisti in oltre 100 Paesi, più della metà dei quali viene insegnato nelle lingue native.

La CBCP è un’eccellente certificazione sia per gli attuali o aspiranti professionisti della continuità operativa, ma poiché include una componente di “esperienza verificabile”, i candidati devono possedere una ragionevole esperienza sul lavoro per qualificarsi per questa credenziale.

La ricertificazione è richiesta annualmente. I candidati devono pagare una tassa di rinnovo annuale e guadagnare almeno 80 punti di attività di formazione continua (CEAP) ogni due anni per mantenere attiva  questa certificazione. I candidati devono controllare la pagina di certificazione per i dettagli sulle attività idonee.

 

C/DRE: Mile 2’s Certified Disaster Recovery Engineer

In breve:
Certificazione: Certified Disaster Recovery Engineer (C/DRE)
Prerequisiti e corsi obbligatori: È richiesto un minimo di 1 anno di esperienza in sistemi informativi o di gestione IS. Consigliato: corso C / DRE ($ 2.500)
Numero di esami: Un esame: 100 domande a scelta multipla, 2 ore per completare
Costo per esame: $ 400,00 (€ 330,00 circa)
Sito web: mile2.com/disaster-recovery-business-continuity-planning.html
Materiale didattico: Mile2 propone un vasto elenco di risorse di apprendimento tra cui domande pratiche di esami, guide di studio ($ 50), kit di corsi ($ 500), abbonamenti video di formazione online ($ 550 per abbonamento annuale) insieme a e-book, guide di preparazione e altro disponibili sul Mile2 Store.

Mile2 da più di sette anni svolge attività di formazione e certificazione acquisendo una robusta credibilità; la società offre certificazioni in materia di virtualizzazione, applicazioni e codice sorgente, auditing, assistenza sanitaria, sicurezza wireless, analisi forense, disaster recovery, penetrating test, cloud e altro ancora. Le certificazioni coprono un’ampia gamma di competenze, partendo dai livelli base fino ad arrivare a livelli più avanzati.

La Certified Disaster Recovery Engineer (C / DRE) è la certificazione di punta DR di Mile2. Il corso di addestramento C/DRE è approvato dalla NICCS ed è stato certificato dalla N.S.A. (Agenzia per la sicurezza nazionale statunitense) come conforme al CNSSI-4016: Standard di formazione per la sicurezza delle informazioni per la sicurezza dell’analisi dei rischi. È anche presente nell’elenco dei requisiti di certificazione Cyber Security approvato dalla FBI.

Con un focus sull’istituzione della difesa, in particolare per la copertura delle informazioni o della sicurezza informatica, Mile2 è ben posizionata per offrire formazione e certificazione per le persone che lavorano in particolare nel settore della difesa, o per enti governativi locali o statali in generale. Detto questo, la C/DRE non è nell’elenco delle certificazioni di base 8570 approvate dalla DoD.

 

EDRP: EC-Council’s Disaster Recovery Professional

In breve:
Certificazione: EC-Council Disaster Recovery Professional (EDRP)
Prerequisiti e corsi obbligatori: Courseware completo di Disaster Recovery e Business Continuity ($ 650).
Le persone di età inferiore ai 18 anni devono avere il consenso dei genitori e la lettera di supporto di un istituto di istruzione superiore accreditato a livello nazionale per frequentare il corso o sostenere l’esame.
Numero di esami: Un esame, No. 312-76, da 50 domande, 2 ore, il 70 percento richiesto per passare). Esame amministrato da Prometric.
Costo per esame: $ 350 (circa € 290,00)
Sito web: https://www.eccouncil.org/programs/disaster-recovery-professional-edrp/

https://cert.eccouncil.org/ec-council-disaster-recovery-professional.html

Materiale didattico: Schema del corso disponibile sul sito EC-Council

L’ultima certificazione di cui parliamo è la EC-Council Disaster Recovery Professional (EDRP) provieniente da un’organizzazione con radici profonde nella comunità della sicurezza informatica. L’organizzazione eroga inoltre importanti certificazioni come la Certified Ethical Hacker (CEH), la Computer Hacking Forensic Investigator (CHFI), la Advanced Penetration Testing, oltre a molte altre certificazioni rivolte a responsabili della sicurezza e dirigenti, sviluppatori di software, architetti di rete e professionisti del disaster recovery. L’EDRP sta prendendo piede con le aziende e le organizzazioni che cercano di convalidare le competenze e le conoscenze per coloro che pianificano, organizzano e supervisionano le prove della loro risposta alle catastrofi, supporto per il recupero, pratiche e procedure per la ripresa del business.

L’EDRP si occupa tanto di identificare le vulnerabilità e di gestire i rischi per le organizzazioni quanto di pianificare, progettare, testare e, quando necessario, implementare risposte alle interruzioni di accesso o al servizio o alle risposte ai disastri. Gli argomenti trattati comprendono la preparazione di un piano di disaster recovery, la valutazione dei fattori di rischio in un’organizzazione, lo sviluppo di politiche e procedure, la comprensione delle relazioni e dei ruoli tra i vari gruppi e individui che implementano tali piani e la gestione del processo di recupero.

Sebbene l’EDRP vi sia stato presentato come ultima certificazione nella nostra lista, ci teniamo a sottolineare che non si colloca per ultimo come valore percepito o nel riconoscimento del nome. Se mai, l’EDRP è probabilmente la più nota e apprezzata certificazione a livello mondiale fra tutte quelle elencate. Vale la pena per i professionisti IT responsabili o coinvolti nel disaster recovery di un’organizzazione o nella pianificazione, collaudo e implementazione della continuità aziendale di provare a conseguire tale certificazione per aumentare maggiormente la propria credibilità.

Grazie e alla prossima.

Le Migliori Certificazioni sul Networking su cui investire

Le Migliori Certificazioni sul Networking su cui investire

Nel mercato del lavoro di oggi, professionisti IT che siano esperti in varie aree del Networking sono sempre molto richiesti. Coloro che sono seriamente interessati alle loro carriere dovrebbero considerare di ottenere una o più di queste certificazioni per distinguersi dalla concorrenza.

Per quanto riguarda la cura e l’alimentazione delle reti moderne, c’è un vasto elenco di strumenti e tecnologie che i professionisti IT qualificati dovrebbero saper padroneggiare, specialmente quelli che aspirano a lavorare come amministratori di rete.

Oltre ai server e ai client che costituiscono gli endpoint in tali ambienti, c’è anche molta infrastruttura di rete di cui ci si deve preoccupare, tra cui switch e router (sia fisici che virtuali), oltre a una serie di appliance e servizi, come UTM (Unified Threat Management), firewall di prossima generazione (NGF), ottimizzazione WAN, filtri e-mail e spam dei contenuti.

Possedere la completa padronanza di tutte queste opzioni e specialità di certificazione può essere una sfida, ma sapere da dove cominciare può aiutare. Abbiamo esaminato cinque certificazioni di rete che consideriamo leader nel settore del networking per il 2018.

Per scegliere le nostre certificazioni leader, abbiamo esaminato lo stato delle richieste di lavoro su diversi portali sia in Italia che in Europa.

Quindi cominciamo la nostra esposizione.

 

CCIE: Cisco Certified Internetwork Expert

In breve:
Certificazione: Cisco Certified Internetwork Expert (CCIE)
Prerequisiti e corsi obbligatori: Nessun prerequisito necessario. Cisco consiglia otto anni di esperienza lavorativa nel settore.
Numero di esami: Ogni certificazione CCIE richiede di superare sia un esame scritto che uno di laboratorio. I punteggi degli esami scritti sono validi per 18 mesi. Gli esami di laboratorio devono essere tentati entro 18 mesi dalla prova scritta.

I candidati CCIE non possono programmare un esame di laboratorio fino a quando non superano l’esame scritto. I candidati devono ripetere l’esame scritto se non superano l’esame di laboratorio entro tre anni.

Tutti gli esami scritti sono composti da 90 a 110 domande, 120 minuti di tempo per completarlo.

CCIE Collaboration:

  • CCIE Collaboration Written Exam: 400-051
  • CCIE Collaboration Lab Exam

CCIE Data Center:

  • CCIE Data Center Written Exam: 400-151
  • CCIE Data Center Lab Exam

CCIE Routing and Switching:

  • CCIE Routing and Switching Written Exam: 400-101
  • CCIE Routing and Switching Lab Exam

CCIE Security:

  • CCIE Security Written Exam: 400-251
  • CCIE Security Lab Exam

CCIE Service Provider:

  • CCIE SP Written Exam: 400-201
  • CCIE SP Lab Exam

CCIE Wireless:

  • CCIE Wireless Written Exam: 400-351
  • CCIE Wireless Lab Exam
Costo per esame:
  • Esame scritto: € 411,00#
  • Esame di laboratorio: € 1.462,00#
Sito web: https://www.cisco.com/c/en/us/training-events/training-certifications/certifications/expert.html
Materiale didattico: Diverse sono le opzioni di apprendimento CCIE e includono documenti di studio, letture consigliate, esempi di test, opportunità di formazione, comunità online e gruppi di studio, tutti disponibili tramite Cisco Learning Network.

Una certificazione sul networking che possiede un alto valore a livello lavorativo e che è sempre attuale e la Cisco Certified Internetwork Expert (CCIE), che viene erogata con diversi percorsi di studio tra cui scegliere. Il numero di certificazioni CCIE erogate annualmente rimane abbastanza contenuto da far sì che chi riesca a conseguire questa difficile certificazione, possa venire scelto direttamente da Cisco per lavorare in una delle sue sedi.

Sebbene la strada per ottenere la CCIE sia lunga e difficile, ne vale veramente la pena, tempo e denaro. Questa è una certificazione che sicuramente vi aprirà le porte di molte opportunità di lavoro e soprattutto di alti salari.

 

CCNP: Cisco Certified Network Professional

In breve:
Certificazione: Certificazioni Cisco Certified Network Professional (CCNP):

  • CCNP: Cloud
  • CCNP: Collaboration
  • CCNP: Data Center
  • CCNP: Routing and Switching
  • CCNP: Security
  • CCNP: Service Provider
  • CCNP: Wireless
Prerequisiti e corsi obbligatori: È richiesta una certificazione CCNA o CCIE valida.
Numero di esami: La certificazione CCNP primaria (Routing e Switching) richiede il superamento di questi tre esami:

  • 300-101 ROUTE: Implementing Cisco IP Routing (45-65 domande, 120 minuti)
  • 300-115 SWITCH: Implementing Cisco IP Switched Networks (30-40 domande, 120 minuti)
  • 300-135 TSHOOT: Troubleshooting and Maintaining Cisco IP Networks (15-25 domande, 120 minuti)

Altre certificazioni CCNP richiedono il superamento di quattro o cinque esami a seconda del percorso scelto.

Costo per esame:  € 274,00# per esame
Sito web: https://www.cisco.com/c/en/us/training-events/training-certifications/certifications/professional.html
Materiale didattico: La formazione consigliata è elencata online per ogni percorso di certificazione CCNP. I materiali di autoapprendimento includono libri, flash crds, prove pratiche, laboratori virtuali e fisici.

La Cisco Certified Network Professional (CCNP) punta a preparare i candidati sulle piattaforme e sui prodotti Cisco, che ricordiamo essere leader nella produzione e fornitura di apparecchiature di rete utilizzati dalla maggior parte dei provider di comunicazione e servizi internet, da aziende di tutte le dimensioni, nonché da enti governativi, istituti di ricerca fino ad arrivare al mondo accademico.

Per cui scegliere di acquisire una certificazione Cisco al giorno d’oggi è da considerarsi un’ottima scelta.

La CCNP è la principale certificazione di fascia media e offre un’ampia varietà di specializzazioni:

  • CCNP: Cloud,
  • CCNP: Collaboration,
  • CCNP: Data Center,
  • CCNP: Routing e Switching (il più diffuso),
  • CCNP: Security,
  • CCNP: Service Provider e Wireless.

Il possesso di una della certificazione Cisco Certified Network Associate (CCNA) è un prerequisito obbligatorio per poter ottenere una certificazione CCNP. Con le competenze acquisite con tale certificazione il passo successivo potrebbe essere il conseguimento di una o più certificazioni Cisco Specialist o addirittura il conseguimento di una Cisco Certified Internetwork Expert (CCIE).

 

JNCIE-ENT: Juniper Networks Certified Enterprise Routing and Switching

In breve:
Certificazione: Enterprise Routing and Switching, Expert (JNCIE-ENT)
Prerequisiti e corsi obbligatori: Possesso della certificazione Juniper Networks Certified Professional Enterprise Routing and Switching (JNCIP-ENT)
Numero di esami: Un esame: JPR-943 (esame di laboratorio pratico, durata 8 ore)
Costo per esame: € 1.400,00# circa
Sito web: http://www.juniper.net/us/en/training/certification/certification-tracks/ent-routing-switching-track/#jncieent
Materiale didattico: I materiali per lo studio individuale includono la Documentazione di Junos e la documentazione di Junos per gli switch della serie EX. Il Bootcamp Enterprise JNCIE è un corso opzionale di cinque giorni.

Juniper Networks progetta e vende router, firewall e tutti i tipi di soluzioni di rete destinate agli ambienti dei data center. Il suo noto sistema operativo di rete per routing, switching e sicurezza si chiama Junos OS e occupa un posto di rilievo nei dispositivi e nelle apparecchiature Juniper. In quanto tale, la società è uno dei principali concorrenti di Cisco.

Juniper ha istituito il programma di certificazione Juniper Networks (JNCP) diversi anni fa per garantire la formazione di professionisti in grado di supportare le proprie soluzioni hardware e software.

Il programma di certificazione è incentrato sulla conoscenza di Junos ed è suddiviso in quattro livelli:

  • Associate
  • Specialist
  • Professional
  • Expert

E su quattro percorsi:

  • Data Center
  • Routing e switching dei provider di servizi
  • Routing e Switching aziendali
  • Junos Security.

Abbiamo selezionato la certificazione Enterprise Routing e Switching-Expert (JNCIE-ENT) in quanto è una certificazione di livello superiore e per via del prestigio che gode nel settore e per il fatto che i salari offerti ai suoi possessori sono parecchio invitanti.

Questa credenziale richiede ai candidati di ottenere prima la certificazione Professional e quindi di superare un esame pratico di otto ore. Una volta ottenuto, la certificazione è valida per tre anni.

 

CompTIA Network+

In breve:
Certificazione: CompTIA Network+
Prerequisiti e corsi obbligatori: Nessun prerequisito.
Numero di esami: Un esame: N10-006 (massimo 90 domande, 90 minuti di tempo)
Costo per esame: € 274,00#
Sito web: https://certification.comptia.org/certifications/network
Materiale didattico: Gli obiettivi degli esami e le domande di esempio possono essere scaricati dalla pagina relativa alla certificazione cliccando il link riportato sopra.

Sul CompTIA Marketplace sono disponibili le guide di studio, l’elenco dei corsi di formazione in classe ed in modalità e-learning.

Gli esami di pratica e corsi di autoapprendimento sono disponibili su certification.comptia.org.

Non ci sono molte certificazioni IT entry-level relative al networking in circolazione, e questo probabilmente perché la certificazione Network+ di CompTIA possiamo dire che la fa da padrona per questa particolare nicchia di mercato. Molti esperti IT e di certificazioni ritengono che Network+ sia un importante elemento che dovrebbe essere presente nel portfolio di ogni professionista IT e che dia una spinta in più nei processi di selezione del personale.

Quindi se siete appena agli inizi, questa è la certificazione per voi.

CompTIA Network+ è una certificazione completamente indipendente dal fornitore hardware e un ottimo trampolino di lancio per il conseguimento di tutta una serie di certificazioni più avanzate. Tanto è vero che alcuni programmi di certificazione specifici dei vari vendor la includono addirittura come prerequisito.

 

WCNA: Wireshark Certified Network Analyst

In breve:
Certificazione: Wireshark Certified Network Analyst (WCNA)
Prerequisiti e corsi obbligatori: Nessun prerequisito.
Numero di esami: Un esame: WCNA-102.x Exam (100 domande, 2 ore di tempo)
Costo per esame: € 290,00# circa
Sito web: http://www.wiresharktraining.com/certification.html
Materiale didattico: Formazione online su autoapprendimento, formazione con istruttore, formazione personalizzata e libri di preparazione esami disponibili presso il sito della Wireshark University.

Fondata nel 2007 dai grandi geek della rete Gerald Combs e Laura Chappell, la Wireshark University offre solo una certificazione unica, che vale la pena di prendere in considerazione. La Wireshark Certified Network Analyst (WCNA) riconosce la conoscenza dello sniffing e dell’analisi della rete utilizzando il software Wireshark, nonché le comunicazioni di rete TCP / IP, la risoluzione dei problemi di rete e la sicurezza della rete. Per ottenere queste credenziali, i candidati devono superare un esame a scelta multipla certificato DoD 8570.

La WCNA è valida per tre anni, ma i titolari di certificazione devono ottenere un totale di 20 crediti di formazione professionale continua (CPE) ogni anno per mantenere la propria certificazione in regola. Questi crediti CPE devono concentrarsi su attività legate agli obiettivi dell’esame WCNA (sniffing, analisi, ecc.) e non essere direttamente collegati alle mansioni lavorative. Ad esempio, frequentando una conferenza Sharkfest o Black Hat o leggendo la Guida allo studio dell’analisi della rete di Wireshark.

Oltre a gestire il programma WCNA, la Wireshark University offre opzioni di formazione personalizzate, guidate da istruttori e personalizzate per chiunque voglia conoscere Wiresharki. Offrono inoltre un All Access Pass, un abbonamento di un anno a tutti i corsi di formazione della Wireshark University e costa all’incirca € 700,00#.